Buona la seconda…..Trezzano – Abs 26/1/2014

“Saper difendere è una chiave essenziale del mio gioco. Dopo una certa età non puoi far conto soltanto sulla tua prestanza, ma devi saperti gestire e usare il cervello specie sotto al tuo canestro”

 

Michael Jordan

 

26.01.2014

Ore 09.45 a.m.

Locale pattumiera

 

-Lei così alto non picchia la testa?

-In effetti ogni tanto mi capita.

-Ha mai giocato a basket?

-Al liceo.

-Io ho arbitrato in A2

-Complimenti! Comunque stamattina gioca mio figlio, tra poco andiamo.

-Allora in bocca al lupo!

 

Il vecchietto sorride ancora, un sorriso sincero, spazza la voglia di mandarlo a quel paese per gli auguri.

Chissà.

 

26.01.2014

Ore 11.00 a.m.

 

Palla a due al centro, dall’alto delle tribune della palestra di Gaggiano i ragazzi sembrano scriccioli colorati, in bianco/rosso noi, in blu/rosso il Trezzano.

Loro in casa, stranezze del minibasket amatoriale.

Appena un paio di secondi e prendiamo il primo canestro, doccia fredda per i papà caricati come molle.

Scacciamo incubi d’imbarcata, la squadra è cambiata e si vede di brutto, un canestro a freddo non ci spaventa.

Il pareggio arriva quasi subito, l’entusiasmo monta, il consueto grida “DIFESA” un mantra imprescindibile.

I ragazzi sono tonici, si percepisce perfettamente, lottano, difendono, corrono, soprattutto passano bene.

A 3:55 minuti coach Luca chiama il timeout, leggera aggiustatina, lo scontro si fa ancora più grintoso.

Portiamo a casa il primo tempo quasi in scioltezza.

I parziali:

2-0/2-2/2-4/2-6/2-8

 

Palla a due, quartetto cambiato, in panchina si scambiano hifive soddisfatti.

Troppa rilassatezza.

Il Trezzano si fa sotto, hanno voglia di rimonta e infatti becchiamo il canestro su contropiede, la difesa in bambola.

Il resto del tempo lo passiamo a difendere bene e ad attaccare, male.

Al terzo minuto il coach chiama ancora la pausa e stavolta le urla arrivano fino alle gradinate.

Sbagliamo troppo sotto canestro, ma finalmente arriva il pareggio a un minuto e mezzo dalla fine.

Teniamo il pareggio con forza e passione.

La sirena è un sospiro di sollievo.

Il peggior tempo della mattinata.

I parziali:

2-0/2-2

 

Palla a due, dai finestroni lame di luce arancione illuminano la lunetta degli avversari, quasi a voler indicare la via giusta.

Ha inizio la cavalcata trionfale degli aquilotti.

La velocità raddoppia come per magia, i passaggi sono precisi, le contese quasi sempre vinte, gli aquilotti attaccano come un solo giocatore.

Questa volta è il coach Trezzano che chiama il timeout al minuto 2:30

Non serve, non può servire, la difesa torna, combatte, ruba e intercetta.

Avversari succubi, forse ancora una parvenza di grinta che fatica a spegnersi, ci penserà il piatto forte della mattinata.

Il devastante quarto tempo.

I parziali:

0-2/0-4/0-6

 

Palla a due.

Ho visto cose che voi umani…

Il Trezzano ci prova, davvero con onore ci prova, a rimanere in partita.

No way baby, definitively time for lunch.

I ragazzi tracimano come un fiume in piena, rendono la cosa DAVVERO semplice e maledettamente dolorosa per gli avversari.

I canestri si susseguono impietosi, schiaccianti, il migliore tempo della partita, forse il miglior tempo dalla creazione di questa squadra.

La sirena chiude la partita, ci guardiamo in faccia quasi increduli per tanta capacità di macinare gioco, abbiamo vinto.

Finalmente li ho visti pressare su ogni palla, finalmente l’avversario non ha quasi mai tirato, non ha quasi mai oltrepassato la metà campo.

Se avversario non tira, avversario non fa canestro.

Diamine.

I mostruosi parziali:

0-2/0-4/0-6/0-8/0-10/2-10/2-11/2-13/3-13

 

Palla a due.

La partita si fa leggermente nervosa, qualche fallo di troppo, perdere fa male a tutti, ci sta.

Gli avversari vanno in vantaggio ma nessuno, nemmeno per un istante, immaginano di perdere questo tempo.

I ragazzi ricominciano a macinare un gioco pulito, senza sbavature o intoppi, la pressione sciolta come neve al sole li rende spavaldi, hanno voglia di fare, di far vedere.

Al secondo minuto accade l’incredibile, arresto-tiro TRIPLA.

Un boato solido dalla tribuna, tutti mostrano le tre dita, tutti.

Solo il regolamento ci vieta la soddisfazione di veder apparire i tre punti sul tabellone, ma la foto è di quelle che non si dimenticano.

I parziali:

2-0/2-2/2-4

 

Palla due.

Sesto tempo dolcissimo, sesto tempo di pacche sulle spalle, tutti hanno un sorriso ebete stampato in faccia.

Vittoria di carattere e tecnica, vittoria da squadra solida e quadrata.

A testimoniare l’egemonia coach Luca si rilassa in panca col suo vice, perso nei pensieri della soddisfazione.

Pronto a tributare il giusto riconoscimento ai ragazzi.

Alla sirena il cinque è per tutti, l’olè rimbomba negli spogliatoi altissimo.

I parziali:

0-2/0-4/0-6

 

Grazie aquilotti, giocando così volerete alto ancora.

U.B.

+Copia link

0 Responses to “Buona la seconda…..Trezzano – Abs 26/1/2014”